Slogan provinciale


ATTENZIONE!
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

Libero, creativo, partecipativo e solidale: il lavoro è dignità.
Acli Terra: il piano olivicolo è una risorsa di tutela e di sviluppo. E-mail

11 Acli Terra

Roma, 25 mar - Il Presidente nazionale di Acli Terra, Giuseppe Cecere, esprime piena soddisfazione per l’approvazione del Piano Olivicolo Nazionale nel corso della Conferenza Stato-Regioni.

«Si tratta di una grande opportunità di rilancio e sviluppo del settore» sostiene Cecere, in riferimento all’attuazione del Decreto Ministeriale che definisce i criteri di distribuzione di 32 milioni di euro, per il biennio 2016-2017, in favore del settore olivicolo.

«Siamo orgogliosi e grati al Ministro Martina e al Vice Ministro Olivero che si sono impegnati affinché venisse messo a punto uno strumento in grado di ridare slancio alla strategia produttiva dell’olio extra vergine di oliva. Finalmente le imprese italiane che compongono la filiera olivicola potranno puntare su un’intensificazione della produzione, sia in termini di quantità che di qualità.

Il Piano offrirà anche nuove risorse alle attività di ricerca, oltre che ai fini della valorizzazione ambientale e turistica delle strutture dedicate alla produzione olivicola, che rappresentano importanti presidi culturali e storici, come i vecchi frantoi. L’auspicio della nostra Associazione - conclude Cecere - è che questo sia un ulteriore passo in avanti nel contrasto alla contraffazione e verso la tutela dei consumatori e dei lavoratori del comparto».

 
Non voglio stare in silenzio... E-mail

Sembra ormai una notizia quotidiana quella di attacchi terroristici.

L'attacco è arrivato fino al cuore d'Europa!

C'è qualcosa che non va in questa società di globalizzazione basata sui poteri finanziari.

È ora di domandarsi ogni singolo uomo "Da dove scaturiscono questi atti di violenza?".

Non si può risolvere il problema del terrorismo con il sublime gesto umanitario di accoglienza dei rifugiati.

Non è il caso di smettere di produrre le armi e di investire le risorse nei paesi poveri?

Bisogna rafforzare il dialogo interreligioso ripartendo dai principi di umanità: uguaglianza, perdono.

 

"Gareggiate in opere buone: tutti ritornerete ad Allah ed Egli vi informerà a proposito delle cose sulle quali siete discordi". (Corano, V, 48)

 

L'opera buona oggi è rafforzare la fratellanza fra noi.

 

"Val più un piatto di legumi dove c’è amore che un bue grasso dove c’è l’odio." (Proverbi 15,17) 


Ladis Kumar Antony Xavier

Presidente Provinciale

Acli Perugia

 
Grande partecipazione al XXV° congresso provinciale delle Acli di Perugia E-mail

COMUNICATO STAMPA

15 MARZO 2016

 

            Grande partecipazione al XXV° congresso provinciale delle Acli di Perugia che si è svolto domenica mattina, presso DSC02785 il circolo Acli di S. Andrea D’Agliano, con la partecipazione di oltre 120 delegati provenienti da ogni parte della provincia in rappresentanza dei 47 Circoli territoriali. Molti gli ospiti presenti e numerosissimi gli interventi che si sono succeduti fino al pomeriggio.

            I lavori presieduti da Vincenzo Menna, in rappresentanza della Presidenza Nazionale, sono stati aperti dai saluti e dall'ampia relazione del presidente uscente Ladis Kumar Antony Xavier che si è concentrato sul futuro delle ACLI Perugine a fronte delle tematiche di globalizzazione continua, migrazione dei popoli, pace nel mondo, partecipazione dei giovani, formazione permanente, turismo sociale, agricoltura sociale. Ha ribadito l'importanza della triplice fedeltà delle ACLI per fare delle ACLI protagoniste del Sociale nel territorio. Ha concluso la sua relazione invitando le ACLI ad aprire le porte a tutti di buona volontà per un futuro migliore.

            DSC02802Hanno portato i saluti al Congresso anche il Presidente del Consiglio Comunale di Perugia dott. Varasano, il  Presidente di Federsolidarietà Carlo di Somma, il portavoce del forum dei giovani Gabriele Biccini, il Presidente del Forum delle Famiglie Ernesto Rossi e S. E. Mons. Paolo Giulietti che si è trattenuto al pranzo preparato dai volontari del Circolo Acli.

            Gli interventi, le relazioni e le mozioni finali approvate dai delegati hanno affrontato vari temi partendo dalla necessità di rafforzare e potenziare il dialogo e la cooperazione progettuale con le realtà associative ed istituzionali del territorio per recuperare il ruolo politico e sociale che dall’origine ha caratterizzato le ACLI e per tornare ad essere interlocutrici  qualificate del welfare municipale, parte attiva nella produzione di valore sociale e di promozione del lavoro. E' stato  ribadito che, il movimento intende riaffermare con opere concrete la dimensione cristiana dell’associazione, attraverso un dialogo costruttivo e collaborativo con la Chiesa locale e le associazioni laicali d'ispirazione cristiana,  per il recupero di valori etici e stili di vita sostenibili e solidali.

            Il dibattito congressuale è stato fortemente incentrato sul tema dei giovani, della formazione e del lavoro, dell'attenzione alle fragilità, ai poveri e ai cosiddetti “penultimi”. DSC02868

            Sono state approfondite le questioni legate al mondo del lavoro e della formazione, la promozione del valore umano e della centralità della persona con una particolare attenzione progettuale diretta ai giovani che rischiano di diventare i nuovi esclusi della società e sono state indicate su questo alcune piste di lavoro per la realizzazione di strumenti culturali e formativi di riscoperta della centralità del lavoro quale luogo di emancipazione, socializzazione e affermazione della dignità umana e di strumenti di sostegno e  promozione di opportunità di lavoro, con particolare riferimento alle fasce deboli ed ai giovani.

            Anche la vicinanza alle famiglie, agli anziani al lavoro domestico e di cura, la promozione e valorizzazione del volontariato e dell'impegno sociale, dell'accoglienza e dell'integrazione delle tante persone migranti e spesso disperate, e del processo di costruzione dell'Europa dei popoli hanno trovato spazio ed approfondimento nei lavori del Congresso.

            Un dibattito coinvolgente che ha affrontato i profondi cambiamenti della società civile che impongono anche alle ACLI stesse la necessità di rivedere in profondità, fedeli alle proprie radici, la propria identità associativa, assumendo forme organizzative e rinnovate modalità di presenza nei territori maggiormente capaci di venire incontro ai nuovi bisogni sociali.

            Anche la riforma del Terzo Settore, di cui sta concludendo l'approvazione legislativa, unitamente agli esiti dell'Assemblea Organizzativa Nazionale che le ACLI hanno recentemente promosso, possono essere l’occasione per la ripresa di slancio di una realtà, come quella delle ACLI assai significativa nel nostro Paese.

            Tanti sono i settori su cui anche le Acli di Perugia sono da tempo impegnate e continuano  quotidianamente ad incontrare centinaia di persone, dall'assistenza pensionistica alla consulenza fiscale, dalla formazione al turismo sociale, dalla tutela dei consumatori all'attività sportiva, dalla rappresentanza degli anziani e pensionati a quella del mondo agricolo, dall'inserimento lavorativo al lavoro domestico e di cura, ma con un unico segno distintivo comune, l'attenzione alla persona, alla solidarietà e la voglia di mettersi in gioco nell’interesse della comunità.

            Questi i nomi dei componenti del nuovo Consiglio Provinciale che entro 15  giorni, si riunirà per eleggere il nuovo Presidente Provinciale: Antony Xavier Ladis Kumar, Assalve Massimiliano, Biti Marco, Bocci Alessansdro, Bracaclenti Rodolfo, Brocci Pierluigi, Brozzi Adriano, Buratti Francesco, Ceccarelli Luigi, Consalvi Angelo, Cricco Giancarlo, Ercolani Silvia, Ferrini Massimo, Filippetti Sante, Gaudenzi Lorenzo, Gentili Rosella, Gildoni Giuseppe, Ginettelli Marta, Grelli Ezio, Kalantar Hormozi Mozhdeh, Latterini Roberto, Magrini Giancarlo, Massini Luigi, Micheletti Alfredo, Moretti Alessandro, Morlupi Fausto, Nana Richard, Palomba Sandro, Pierdomenico Maurizio, Puka Izaura, Ricci Lara, Rondolini Valter, Rosati Orazio, Sensi Francesco, Zuniga Marcela.

            Il Congresso ha eletto anche 33 delegati che rappresenteranno la provincia di Perugia al Congresso Regionale Umbro delle ACLI  che si svolgerà il prossimo 17 Aprile a Santa Maria degli Angeli.

            Sono stati eletti anche 5 delegati al Congresso Nazionale Acli nelle persone di Buratti Francesco, Ceccarelli Massimo, Consalvi Angelo, Ginettelli Marta e Pascucci Giovanni.

 
ACLI PERUGIA: 25° Congresso Provinciale per un nuovo protagonismo sociale E-mail

COMUNICATO STAMPA

11 MARZO 2016

ACLI – 25° Congresso Provinciale per un nuovo protagonismo sociale

“Niente paura: Con le Acli Provinciali di Perugia per un nuovo protagonismo sociale” è lo slogan e l'appuntamento del 25° congresso delle Acli di Perugia, chiamate ad eleggere, domenica 13 marzo a Sant’Andrea D’Agliano, i delegati per il rinnovo delle cariche provinciali.

Queste le piste di lavoro su cui i delegati discuteranno: essere e fare sistema, l'attenzione alle fragilità e ai cosiddetti "penultimi", l’attenzione ai poveri, le questioni legate al mondo del lavoro e della formazione, la cultura e da ultimo un'attenzione progettuale diretta ai giovani che rischiano di diventare i nuovi esclusi della società.

Il congresso inizierà alle 9.00 con l’accoglienza e la registrazione dei partecipanti e proseguirà con la relazione d’apertura di Antony Xavier Ladis Kumar, presidente uscente delle Acli di Perugia. Sono in corso profondi cambiamenti nella società civile e senza dubbio anche l’associazionismo deve cambiare, assumendo forme organizzative capaci di venire incontro ai nuovi bisogni sociali. Proprio in questi mesi si sta approvando un’importante riforma legislativa del Terzo Settore, e può essere l’occasione per la ripresa di slancio di una realtà fondamentale del Paese, che nella nostra provincia è molto radicata e coinvolge volontari, nell’animazione dei Circoli e nelle varie attività di promozione sociale.

Tanti settori differenti su cui le Acli di Perugia s'impegnano quotidianamente, ma un unico segno distintivo: la solidarietà e la voglia di mettersi in gioco nell’interesse della comunità. Alcuni numeri: 47 circoli, con 120 delegati a cui si aggiungono gli ospiti. Numeri importanti per una piccola provincia che danno l’idea di una realtà associativa presente in modo capillare sul territorio e in grado di fornire un supporto sociale molto importante al servizio dell’intera comunità.

Le Acli territoriali sono chiamate a tornare alle loro origini per potersi rilanciare con un rinnovato entusiasmo pur rimanendo fedeli alla dottrina sociale della Chiesa, alla democrazia, alla classe lavoratrice, e soprattutto fedeli ai poveri così come gli è stato chiesto da Papa Francesco.

 
Verso il 25° Congresso Nazionale E-mail

congresso copertina 2016

 
Altri articoli...
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 67

Acli Service Srl

Calendario mensile

Settembre 2016
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
29 30 31 1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 1 2