Il Coordinamento donne delle Acli rappresenta la più significativa esperienza associativa delle donne acliste fin dalla fondazione dell’associazione avvenuta nel 1944.

La presenza delle donne nelle Acli costituisce un filo rosso costante nella loro storia fin dalle origini, nella cornice dell’emancipazione culturale, sociale e politica.

Questo percorso, profondamente intrecciato alle questioni cruciali che hanno interpellato e, interpellano l’associazione – dal lavoro al welfare, dalla famiglia alla vita cristiana, promuove una progressiva consapevolezza e diffusione della cultura di genere, delle pari opportunità, della reciprocità, tra le donne e gli uomini.

Il Coordinamento Donne Acli è uno dei tre Soggetti Sociali promossi dai Consigli Acli ai vari livelli per favorire e sostenere la presenza, le attività e l’esperienza delle donne.

Grazie al Coordinamento, luogo di riflessione, di confronto e di azione, le donne sperimentano saperi e pratiche e realizzano con modalità autonome e integrate la mission aclista, volta a realizzare “una società in cui sia assicurato, secondo democrazia e giustizia, lo sviluppo integrale di ogni persona”.

Il Coordinamento delle Donne nelle ACLI vuole conoscere e confrontarsi con tutte le problematiche del territorio, le donne possono infatti fornire un valore “aggiunto” per competenza politica, capacità di rappresentanza, di formazione ai ruoli di responsabilità. La storia è fatta da episodi e dai tanti luoghi in cui viviamo quotidianamente e le donne hanno dimostrato che non si sono arrese nella difesa dei loro diritti: le ACLI rappresentano lo spazio in cui le stesse possono esprimersi in piena libertà e consapevolezza come cantiere aperto di democrazia.

Le finalità che esso si propone è di declinare “al femminile” la mission delle Acli in un cammino di stretta aderenza con le 4 fedeltà fondamentali a cui l’associazione si ispira quali quelle alla Chiesa, alla democrazia, al lavoro e al futuro.

Lo spirito con il quale il Coordinamento donne delle Acli opera è quello di guardare con uno sguardo attento e curioso alle esigenze delle donne, delle quali si propone di sottolineare il valore aggiunto che esse rappresentano oggi per la società.

In particolare le donne acliste si prefiggono di creare uno spazio nel quale i problemi sociali delle donne trovino un attento ascolto ed in cui si maturino delle soluzioni efficaci al passo con i veloci cambiamenti che caratterizzano il nostro tempo.

Il Coordinamento donne delle Acli desidera quindi dare vita ad una rete di donne che condividendo valori ed ideali sappiano parlare in modo autentico non solo con le altre donne ma anche con le associazioni femminile presenti nel territorio e con le Istituzioni locali in modo che possano essere rappresentati gli interessi di cui esse si faranno interpreti leali.

Nello specifico, il Coordinamento Nazionale Donne:

• rappresenta e sostiene il ruolo politico delle donne delle Acli;

• promuove e attiva azioni positive e strategie di pari opportunità uomo-donna nel sistema Acli;

• concorre a formulare i programmi , gli indirizzi delle Acli e di tutte le attività e iniziative da esse promosse;

• promuove e coordina iniziative di studio, formazioni, azione sociale e politica per favorire l’aggregazione delle donne e valorizzarne pensiero ed esperienza.