Le A.C.L.I. provinciali di Perugia si prendono cura della comunità attraverso il progetto attuato nel Parco agrosolidale urbano di Montemorcino, una collina di 22 ettari nel comune di Perugia.
Perché agrosolidale? Significa non trarre profitto dalle attività svolte, ma offrire i frutti del lavoro a chi ne ha più bisogno.
Gli obiettivi che ci proponiamo sono la rigenerazione urbana in una logica di solidarietà e l’aiuto ai disoccupati ed ai ragazzi in situazioni di svantaggio.
L’azione progettuale prevalente è “Ortinsieme”, palesemente legato al tema dell’agricoltura, realizza orti urbani solidali da dare in affitto ad un costo minore rispetto a quello che il mercato propone. Ma “Ortinsieme” non è solo questo: sono attivi dei corsi formativi in orticoltura, manutenzione del verde e potatura per i disoccupati e i profughi che cercano opportunità lavorative.
Inoltre, le A.C.L.I. riservano alle famiglie ospitate dalla “Caritas” di Perugia una quota di orti per il loro autoconsumo.
“Ortinsieme” è pensato anche per le famiglie per le quali sono state pensate esperienze didattiche, laboratori scolastici, fattoria didattica e Pet Theraphy.
Il prossimo traguardo da raggiungere è la realizzazione dell’agri-bar per valorizzare i prodotti coltivati secondo le regole dell’agricoltura biologica e sostenibile.
Siamo orgogliosi di affermare che il progetto del Parco agrosolidale urbano di Montemorcino è stato inserito all’interno del progetto europeo “Urbagri4Women” che mira all’integrazione sociale delle donne immigrate.

VAI AGLI ORTI!